17 settembre 2020

Come pubblicare sul web i tuoi dati ECW con ARCGIS Server


ARCGIS server è il prodotto server principale della ESRI, permette di pubblicare via web (usando i protocolli OGC e altri servizi) dati geospaziali (raster e vettoriali) mappe e applicazioni. I servizi di ARCGIS Server sono la colonna portante del contenuto geospaziale in ArcGIS Enterprise. Pubblicare una risorsa GIS come servizio è la chiave per renderla disponibile ad altri utenti. Quando si distribuisce ArcGIS Server, è possibile creare delle risorse in ArcGIS Desktop e pubblicarle come servizi utilizzabili dalle applicazioni client.

Per poter pubblicare con ARCGIS Server dati raster compressi nel formato ECW è sufficiente installare, sullo stesso server, il plugin  ECW for ARCGIS Server.  Il plugin è installabile su piattaforma Windows o Linux e vi consente di pubblicare senza problemi le immagini compresse nel formato ECW, senza doverle riconvertire in altri formati perdendo qualità, risoluzione e performance.

Per informazioni sul plugin scrivete al seguente indirizzo: hexagon@planetek.it, Eliana, Francesca, Giuseppe o Massimiliano risponderanno alle vostre domande con piacere.

Al prossimo articolo!

08 settembre 2020

Come pubblicare sul web i tuoi dati ECW con Geoserver


GeoServer
è un map server open source che permette di pubblicare via web (usando i protocolli OGC) dati geospaziali (raster e vettoriali). Una delle prerogative più interessanti di GeoServer è quella di permettere di pubblicare dati geospaziali sia vettoriali che raster, tramite i  più diffusi standard OCG (WMS, WFS, WCS e WPS) con estrema facilità. 

Per pubblicare con Geoserver dati raster compressi nel formato ECW è sufficiente installare, sullo stesso server, il plugin  ERDAS ECW JP2 SDK.  Il plugin ERDAS ECW JP2 SDK  è installabile su piattaforma Windows, Linux o MacOSX, e vi consente di pubblicare senza problemi le immagini compresse nel formato ECW, senza doverle riconvertire in altri formati perdendo qualità, risoluzione e performance.

Per informazioni sul plugin scrivete al seguente indirizzo: hexagon@planetek.it, Eliana, Francesca, Giuseppe o Massimiliano risponderanno alle vostre domande con piacere.

Al prossimo articolo!

01 settembre 2020

Come pubblicare sul web i tuoi dati ECW con Qgis Server

 

https://geomappando.com/
Qgis server è un map server open source che permette di pubblicare via web (usando i protocolli OGC) dati geografici (raster e vettoriali) gestiti con QGis, uno dei più popolari GIS open source sul mercato,

E' sufficiente prendere un progetto realizzato con QGIS (file *.qgs), spostarlo nella cartella di QGIS server ed esso sarà già disponibile come webmap tramite protocollo WMS. Per pubblicare i progetti Qgis che includono anche dati raster compressi nel formato compresso ECW è sufficiente installare, sullo stesso server di Qgis Server, il plugin  ERDAS ECW JP2 SDK.  Il plugin ERDAS ECW JP2 SDK  è installabile su piattaforma Windows, Linux o MacOSX, e vi consente di pubblicare senza problemi le immagini compresse nel formato ECW, senza doverle riconvertire in altri formati perdendo qualità, risoluzione e performance.

Per informazioni sul plugin scrivete al seguente indirizzo: hexagon@planetek.it, Eliana, Francesca, Giuseppe o Massimiliano risponderanno alle vostre domande con piacere.

Al prossimo articolo!



30 marzo 2020

Webinar: Change detection satellitare per la progettazione delle infrastrutture

Dove sono localizzati i nuovi edifici che devi servire con la tua infrastruttura? Quali sono i cambiamenti avvenuti alla orografia o alla copertura del suolo della nella tua zona di interesse?
Che tu sia un tecnico di una PA o un professionista di un ente privato sicuramente ti sarai confrontato con l'esigenza di monitorare i cambiamenti del territorio.

Esempio di change detection sulla citta di Palermo. Image credits: AIRBUS

I dati satellitari ad altissima risoluzione, elaborati con algoritmi di machine learning, rappresentano la tecnologia tecnicamente ed economicamente più adeguata per rispondere a queste domande. Ne abbiamo,con un taglio pratico, in questo webinar gratuito.
Grazie al webinar potrai capire:

  • Quali tipi di cambiamenti è possibile individuare con i satelliti;
  • Quali sono gli algoritmi di change detection più utilizzati;
  • Quali sono i satelliti più giusti per le tue analisi;

Registrati su questa pagina e riceverai il link per accedere al video corso gratuito:


19 marzo 2020

Solidarietà digitale: Planetek fornisce licenze temporanee Hexagon “Home Office"

L'emergenza coronavirus (COVID-19) ha fatto sì che molte organizzazioni si siano mosse verso modalità di smart working e per supportare le esigenze lavorative dei clienti da casa durante la pandemia globale del virus, Planetek Italia, Platinum Partner di Hexagon Geospatial, ha deciso di offrire licenze temporanee di “home office” ai propri clienti dei prodotti desktop per l’analisi e gestione dei dati geografici e delle immagini satellitari.



Il momento molto delicato causato dalla pandemia globale ha stimolato all’adozione del lavoro da casa per i dipendenti di molte società; per supportare il lavoro e le attività da remoto, alcune delle quali fondamentali per la continuità di servizi pubblici e commerciali, sono state rese disponibili licenze “home office” di tre mesi valide per tutte le versioni supportate dei prodotti desktop Power Portfolio. Queste licenze temporanee saranno disponibili da oggi fino al 15 giugno 2020 per i nostri clienti con nessun costo aggiuntivo. Per poter beneficiare di questa offerta, la società richiedente deve essere un cliente corrente con una o più licenze con un contratto di manutenzione attiva. Per partecipare al programma, il cliente accetta e dichiara di essere responsabile dell'uso delle licenze temporanee da parte dei suoi dipendenti e della conformità a tali condizioni, nonché dei termini e condizioni di licenza esistenti. Al termine del periodo dei tre mesi, gli utenti torneranno alle condizioni della licenza originaria. Le licenze temporanee sono fornite a discrezione della divisione Hexagon Geospatial e possono essere estese, se sarà necessario.


Modalità di accesso

Per richiedere le licenze occorre contattare Planetek all’indirizzo hexagon @ planetek . it, fornendo i dettagli del prodotto, la versione e il numero di licenze richieste; Planetek provvederà ad effettuare controlli riguardo lo stato delle licenze esistenti. Una volta verificati i requisiti richiesti, sarà inviato una email con le informazioni per accedere alle licenze temporanee.
Per ulteriori informazioni su questo programma, è possibile mandare una mail allo stesso indirizzo. 

13 marzo 2020

Video Tutorial: Come fare rapidamente il pansharpening di dati Worldview-3 utilizzando la GPU

Quante volte hai dovuto aspettare ore - magari fissando il monitor per i primi 5-10 minuti - per avere il tuo dato satellitare pronto per le successive analisi?

Il pan-sharpening, ovvero la fusione tra immagini pancromatiche ad alta risoluzione geometrica ed immagini ad alta risoluzione spettrale (e più bassa risoluzione geometrica), oltre ad essere un grande classico del telerilevamento, è una di quelle attività che richiede tipicamente molte ore macchina.

Per fortuna oggi, grazie all'utilizzo delle schede grafiche GPU, i tempi di processing per questo tipo di elaborazioni si sono ridotti di molto. In Planetek Italia abbiamo registrato un video tutorial che mostra come utilizzare la GPU e lo Spatial Modeler (ambiente di modellazione) di ERDAS IMAGINE per fare il pan sharpening e la correzione atmosferica di dati WorldView-3 (dati a 30 cm nel pancromatico e 8 bande multispettrali).

Il tutorial ti permetterà di capire:
  • Come abilitare l'elaborazione tramite GPU;
  • Quali operatori dello Spatial Modeler utilizzare e come connetterli;
  • Come creare un sottomodello dello Spatial Modeler
  • Come visualizzare una preview prima di lanciare il processing;

Per accedere al video tutorial è sufficiente registrarsi a questo indirizzo.



Questo video tutorial rientra nell'attività di formazione gratuita on-line Geospatial Video Tutorial di Planetek Italia. Per ulteriori informazioni e per ricevere i dati demo WorldView-3 scrivete una mail a hexagon@planetek.it

24 settembre 2018

DIgitalizzazione automatica della linea di costa con immagini satellitari Worldview-3 e ERDAS IMAGINE 2018

L'ambiente costiero è, per natura, uno degli ambienti più dinamici e in costante cambiamento del globo. Monitorare e misurare questi cambiamenti è fondamentale per poterli gestire al meglio.

Da diversi anni Planetek Italia supporta le pubbliche amministrazioni e i privati in questo difficile compito, grazie a Preciso Coast,  prodotto geoinformativo per il monitoraggio e la classificazione della linea di costa. Grazie all'esperienza maturata con Preciso Coast e utilizzando ERDAS IMAGINE 2018, abbiamo sviluppato un algoritmo che permette di estrarre in modo semplice e automatico  la linea di costa (in formato shapefile), utilizzando immagini satellitari WorldView-3. Tutti i nostri clienti ERDAS IMAGINE con un contatto di manutenzione attivo possono contattarci (sales@planetek.it) per ricevere gratuitamente il modello dell'algoritmo.


Dettagli sull'implementazione

Per la costruzione dell'algoritmo abbiamo seguito l'approccio di questa pubblicazione scientifica (Maglione, 2014) e utilizzando lo Spatial Modeler di ERDAS 2018 abbiamo costruito un modello che  permette di estrarre automaticamente la linea di costa istantanea, senza considerare la marea. L'identificazione del litorale è basata sull'utilizzo dell'indice NDWI, costruito utilizzando la banda 1 (Coastal) e la banda 8 (NIR 2) :

La Coastal Band del sensore WorldView-3  (400 - 450 nm) è molto utile per lo studio di aree costiere, grazie alle sue caratteristiche di penetrazione nell'acqua. Dopo aver eseguito il calcolo dell'indice,  tutti i pixel dell'immagine sono stati raggruppati in tre classi differenti: mare, terra e vegetazione, utilizzando una classificazione non supervisionata. Dopo aver distino le tre classi, il raster ottenuto è stato convertito in vettoriale. Grazie all'utilizzo degli utilissimi nuovi operatori dello Spatial Modeler 2018 per il trattamento dei dati vettoriali (Feature Analysis, Geometry Manipulation), siamo stati in grado di "ripulire" e migliorare il dato vettoriale, ottenendo in fine uno shapefile di tipo lineare. Come puoi vedere meglio dal video seguente, per ottenere la linea di costa è sufficiente disegnare un' area di interesse e poi lanciare il modello. Gli output sono i seguenti:
  • Raster NDWI (opzionale);
  • Raster tematico tre classi (mare, terra, vegetazione);
  • Linea di costa areale (opzionale);
  • Linea di costa lineare;

E' preferibile utilizzare il modello su immagini Worldview-3 o Worldview-2 (a 8 bande) ortorettificate e sulle quali sia stato eseguito il processo di pan sharpening (per ottenere la risoluzione del pancromatico su tutte le bande). Per ricevere il modello (gratuito per tutti i nostri clienti ERDAS IMAGINE con un contatto di manutenzione attivo) scrivi a sales@planetek.it. A presto!